Spiegatemi questo vento

Spiegatemi questo vento
E io starò in silenzio ad ascoltare
Trasparente sarà l’invasione dei sibili e della prepotenza muta dei lunghi soffi.
Spiegatemi il capriccio della paura, dell’inaspettato che preda i giorni
Delle grinfie macilente dell’ignoto dei cari.
Del pensiero, tonfo lontano e fisso, inignorabile. Tum. tum. tum.
Spiegatemi come spegnerlo
E se fosse mai possibile o mai giusto farlo.
Spiegatemi se sia conveniente camminare laddove sia meglio correre, se sia ridicolo saltellare se divietano di gioire.
Spiegatemi le bandiere, i colori sconvenienti, le parole sbagliate, i pensieri sconci.
Io intanto vivo.

Pubblicato su blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...