Fuoco che si fa lava

In questi giorni di bollettini medici infiocchettati di sorrisi, infarciti di speranza come vecchie “luisone” ripiene di crema fresca, torno a sentire un antico mantra, benevole, spronante: ma tu sei una roccia.
Ho sempre risposto di sentirmi tutt’al più una roccetta franata e anzi talvolta pericolosa per chi sta sulla mia strada.
Solo in questa occasione voci preziose mi hanno fatto capire che altro non sono se non un pezzetto di lava.
Ciò che era fuoco e che si è trasformato in qualcosa d’altro.
Certo meno spettacolare ma anche meno distruttivo.
Certo meno epico, bruttarello, per giunta costellato di pori, buchi, pertugi in cui può entrare di tutto.
Ma è memoria di ciò che è stato che si può portare in tasca e, come mi hanno detto, la lava e’ fertile e non distruttiva come il fuoco.
Sto riempiendo questi pori di gratitudine, amore e vita e mi sento più viva che mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...